C.U.C. con Funzioni di Stazione Appaltante

Per le acquisizioni di importo superiore a euro 40.00,00, non standardizzabili e per le quali non si ricorra al mercato elettronico (MeVA o altra piattaforma elettronica), su specifica richiesta della Regione e degli Enti convenzionati, la CUC cura l’espletamento delle procedure di gara per l’affidamento di servizi e forniture, fino all’aggiudicazione definitiva. 

Gli Enti convenzionati diversi da quelli previsti dall’articolo 28 della legge regionale n. 8/2013 possono stabilire, con l’atto di adesione di cui all’articolo 14, soglie diverse per il ricorso obbligatorio alla CUC.


Modalità di devoluzione delle procedure di gara
  • La Regione e gli Enti convenzionati inoltrano alla CUC, entro il 31 gennaio di ogni anno (solo per il 2014 entro 60 giorni dalla data di adesione alla convenzione), un elenco nel quale sono riportati i servizi o le forniture, riconducibili alla categoria di cui al comma 1 dell'art. 5 della Convenzione disciplinante le funzioni della Centrale Unica di Committenza, che devono essere acquisiti nel corso dell'anno.
  • La CUC predispone il bando, il disciplinare di gara e ogni altro atto preparatorio, in relazione alle modalità di selezione del contraente, e avvia le procedure di affidamento entro 30 giorni dalla ricezione del modulo di richiesta di cui all'art. 6 della Convenzione disciplinante le funzioni della Centrale Unica di Committenza.
  • Eventuali ulteriori necessità di acquisto di servizi e forniture sono prese in carico dalla CUC, previo accordo con gli Enti convenzionati sulla tempistica per l'avvio delle procedure di gara.

Obblighi dell'Ente convenzionato
  • La Regione o l’Ente convenzionato adotta la determina a contrarre nella quale è indicato, tra l’altro, il criterio di scelta dell’offerta (prezzo più basso od offerta economicamente più vantaggiosa).
  • La documentazione da trasmettere alla CUC, assunta nel rispetto della normativa vigente,è la seguente:
  1. modulo di richiesta di avvio della procedura per il servizio o la fornitura nel quale devono essere riportati, in caso di scelta del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, i criteri di valutazione e la ponderazione relativa attribuita a ciascuno di essi, l’indicazione del contenuto e delle modalità di formulazione dell’offerta tecnica, eventuali limiti massimi di pagine ed ogni altro elemento utile ai fini della selezione degli operatori economici;
  2. determina a contrarre;
  3. capitolato speciale d’appalto;
  4. se richiesto, il documento unico di valutazione dei rischi di interferenza (DUVRI).
  • La Regione o l’Ente convenzionato provvede alla stipulazione del contratto. A decorrere dalla stipulazione del contratto tutti i rapporti giuridici, derivanti dall’esecuzione dello stesso, intercorrenti con l’appaltatore, sono di esclusiva competenza della Regione o dell’Ente convenzionato.

Responsabile Unico del Procedimento
  • Le funzioni di Responsabile Unico del Procedimento (R.U.P.), ai sensi dell’articolo 10 del d. lgs. 163/2006, sono in capo alla Regione o all’Ente convenzionato.
  • Nel rispetto della normativa sulla tracciabilità dei flussi finanziari il R.U.P. provvede all’acquisizione del Codice identificativo di gara (CIG) e del Codice unico di progetto (CUP).
  • La CUC è tenuta a comunicare alla Regione o all’Ente convenzionato, entro il termine di 5 giorni, il nominativo del responsabile del sub procedimento ex articolo 9 della l.r. 19/2007 ovvero articolo 5 della l. 241/1990.
  • I rapporti tra il responsabile del procedimento di cui all’articolo 10 del d. lgs. 163/2006 e il responsabile di cui articolo 9 della l.r. 19/2007 ovvero articolo 5 della l. 241/1990, devono essere improntati alla massima collaborazione finalizzata al raggiungimento di un unico migliore risultato.

Obblighi della CUC
  • La CUC procede nei termini previsti dall’articolo 5 all’espletamento delle procedure di gara e, in particolare, svolge le seguenti attività:
a) collabora, se richiesto dalla Regione o dall’Ente convenzionato, all’individuazione delle procedure di gara per la scelta del contraente e alla predisposizione del capitolato speciale d’appalto;

b) cura gli adempimenti relativi allo svolgimento della procedura di gara in tutte le sue fasi, ivi compresi gli obblighi di pubblicità e di comunicazione previsti in materia di affidamento dei contratti pubblici e verifica il possesso dei requisiti di ordine generale e di capacità economico-finanziaria e tecnico organizzativa;

c) nomina, d’intesa con la Regione o l’Ente convenzionato, la commissione giudicatrice in caso di aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa;

d) provvede all’aggiudicazione definitiva;

e) cura gli eventuali contenziosi insorti in relazione alla procedura di affidamento fornendo anche gli elementi tecnico-giuridici per la difesa in giudizio, anche in collaborazione, ove necessario, con la Regione o con l’Ente convenzionato.
  • La CUC informa costantemente la Regione o l’Ente convenzionato di ogni sviluppo inerente la procedura di gara.
  • La CUC, completata la procedura di aggiudicazione, trasmette alla Regione o all’Ente convenzionato copia integrale del fascicolo relativo all’intera procedura di gara, unitamente all’atto di aggiudicazione definitiva ai fini della stipula del relativo contratto e alle risultanze delle verifiche relative al possesso dei requisiti.
  • Qualora tra l’adozione del provvedimento di aggiudicazione e la stipulazione del contratto emergesse la necessità di intervenire sulla procedura di affidamento con eventuali atti di annullamento, la competenza è della CUC.

Commissione Giudicatrice
  • La commissione giudicatrice di cui all’articolo 8, comma 1, lettera b) è composta ai sensi dell’articolo 84 del d. lgs. 163/2006.
  • La Regione o l’Ente convenzionato può indicare i nominativi dei componenti della commissione designati fra i propri dipendenti, nonché prevedere limiti per la spesa complessiva connessa al rispettivo funzionamento nel caso di nomina di membri esterni. L’individuazione dei soggetti dovrà avvenire dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte, tenuto conto della professionalità necessaria e previa verifica di inesistenza di cause di incompatibilità.

Comunicazioni all’Osservatorio regionale e all’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici
  •  La CUC mantiene adeguati rapporti con la Regione e gli Enti convenzionati affinché questi possano provvedere al corretto adempimento degli obblighi nei confronti dell’Osservatorio regionale e dell’Autorità di Vigilanza dei Contratti pubblici.